MARTEDì 20 Agosto 2019 - Aggiornato alle 21:07

Home » » Il 2019 regala alla Vecchia cinque sconfitte e tre pareggi

 

Il 2019 regala alla Vecchia cinque sconfitte e tre pareggi

VERDECALCIO. Per il settore giovanile del Civitavecchia Calcio 1920-Leocon il nuovo anno inizia come si era concluso il vecchio: amarezze e delusioni. Le quattro categorie Elite ottengono due punti, frutto dei pareggi dell’Under 17 e 15 con Grifone Monteverde e Tor di Quinto, sconfitte l’Under 19 e l’Under 14 rispettivamente dal Settebagni e dalla Romulea. Le tre compagini regionali fanno il tris di sconfitte, i 2001 provinciali impattano 1-1

di MATTEO CECCACCI

Cinque sconfitte e tre pareggi: questi sono i risultati ottenuti nel primo fine settimana del 2019 da parte del settore giovanile del Civitavecchia Calcio 1920-Leocon.
Se l’Epifania tutte le feste le porta via, a Viale Giulio Bianconi la Befana non ha fatto esultare nessuno, perché dei tre punti tra sabato e domenica non c’è stata nessuna traccia.
In Via Salaria l’Under 19 Elite del nuovo tecnico Patrizio Tossio, ex allenatore dell’Under 14 subentrato due settimane fa al dimissionario Livio Valle, subisce una cinquina dai biancorossi del Settebagni di mister Massimi. Una partita senza storia e mai messa in discussione dove i civitavecchiesi non hanno mai mostrato segni di vita, anzi, hanno lasciato ampi spazi ai capitolini che hanno potuto fare quello che volevano. I primi 45’ vedono una grande partenza dei locali che al 17’ vanno in vantaggio grazie a una cannonata del centravanti Cotugno, bravo a sfruttare l’ottimo assist fornito da Buonasorte. Gli ospiti cercano di reagire, ma il portiere Camerini para tutto, anche se poco dopo Leo Bellumori va vicino al pareggio con il colpo di testa che colpisce il palo. Alla mezz’ora, però, arriva il raddoppio del Settebagni con Canducci che di destro spiazza il 2003 Conti, poi sul finire di tempo c’è la possibilità del tris, ma la conclusione di Pascale lambisce il palo. Nella ripresa i nerazzurri risultano non pervenuti, i cambi di mister Tossio si evidenziano del tutto inesistenti e poco incisivi, così da concedere al Settebagni campo libero per ampliare nettamente il risultato: il 3-0 è opera di Pascale, mentre il poker lo mette a segno Pauli e il definitivo 5-0 porta ancora una volta la firma di Pascale per la sua seconda doppietta stagionale. Al triplice fischio dell’arbitro Germano di Ostia Lido esultano i capitolini per il nono successo in campionato che gli permette di chiudere il girone di andata in quarta posizione in solitaria a quota 29 punti all’attivo a -9 dalla capolista Tor di Quinto. Per il Civitavecchia non c’è proprio niente da fare, dopo le dimissioni di Livio Valle i classe 2001 anche con Patrizio Tossio in panchina non riescono a sbloccarsi, la rosa è molto ristretta, l’organico non ha la stessa età e l’anno del portiere, 2003, lo dimostra, oltre alla crisi che persiste dalla prima giornata di campionato con scene altamente poco professionali per una squadra che milita in un campionato Elite, come la trasferta di Via Norma contro il Savio del 15 dicembre scorso persa 8-1 quando si erano presentati appena in tredici senza nessun allenatore, ma accompagnati dal dirigente ufficiale della prima squadra Fabio Ceccacci. Momenti che fanno notare una stagione partita male e che potrebbe terminare nel peggiore dei modi: il giro di boa è arrivato, ora c’è bisogno di rialzarsi quanto prima, almeno per non perdere la categoria Elite dopo tanti anni di permanenza, ma l’ultimo posto con quattro punti non può che confermare una fine molto dolorosa.
L’Under 17 Elite al Di Ianne impatta a reti bianche il match contro la compagine del Villa dei Massimi Grifone Monteverde. Uno 0-0 che sta molto stretto ai capitolini di mister Radi che rimangono al quartultimo posto con 17 punti insieme al Montespaccato in piena zona playout, mentre dà coraggio ai classe 2002 di Adus Amici, reduci da ben tre passi falsi, ma che allo stesso tempo restano il fanalino di coda del girone A con soli 4 punti, frutto di quattro segni ics. I civitavecchiesi chiudono la prima tranche del campionato come l’Under 19 Elite, su quindici partite nessuna vittoria, ma solo quattro pareggi e undici sconfitte. Il match di domenica non ha visto molte emozioni, sul sintetico di Viale Giulio Bianconi hanno prevalso nei primi 40’ gli ospiti che falliscono molte occasioni grazie alle parete di Fioretti, mentre nella ripresa i nerazzurri provano ad andare in vantaggio, ma Castaldo prima e Luciani dopo sbagliano due gol dinanzi al portiere Bettinelli. Un segno ics tutto sommato giusto, ma il triplice fischio sancisce per l’ennesima volta il periodo negativo del Civitavecchia: gli ex ragazzi di Marco Mazza ancora una volta hanno confermato di non poter competere in un palcoscenico del genere, perché se è vero che il quinto posto dello scorso anno nel campionato regionale poteva quest’anno far stare tranquillo patron Ambrosi, questa tranquillità si sta piano piano trasformando in una vera e propria agonia. Al termine della stagione mancano altri quindici match e anche questa categoria, passando per i playout o per una retrocessione diretta, si appresta a scomparire. Una notizia positiva, però, giunge da Roma: il classe 2002 Andrea Palumbo, fino alla scorsa settimana in forza all’Urbetevere, club di Via delle Pisana, si è accasato ieri insieme ai suoi compagni allenandosi per la prima volta sul sintetico del Di Ianne.
Sempre più sorprendente l’Under 15 Elite di Dario Rasi che a Via del Baiardo al Testa ha fermato la terza della classe e super favorito Tor di Quinto impattando 1-1. Il primo tempo vede grande equilibrio da entrambe le parti, le due compagini si studiano per il primo quarto d’ora, poi provano a gonfiare la rete, ma entrambi i portiere negano la gioia a chiunque tenta di fare gol. Nella ripresa cambiano gli assetti, i due tecnici cominciano a fare sostituzioni e i risultati si vedono poco dopo: al 13’ i padroni di casa passano in vantaggio grazie al sigillo di Crocetti, ma 10’ più tardi Severino ristabilisce gli equilibri e fissa il risultato sul definitivo 1-1. Un pareggio giusto per entrambe le squadre, un punto a testa che si spartiscono Mastrodomenico con Rasi che fa stazionare i romani al terzo posto della classifica insieme all’Accademia Calcio Roma, mentre fa salire i civitavecchiesi al sesto posto a quota 19 punti in compagnia del Pro Calcio Tor Sapienza. Un girone di andata, dunque, che si chiude nel migliore dei modi per i classe 2004 dell’ex Patrizio Tossio, ma l’attuale sesta piazza va attribuita totalmente a un allenatore che porta il nome di Dario Rasi, una scelta azzeccata quella del presidente Ambrosi, d’altronde l’aveva detto anzitempo: «Per i 2004 salvezza sicura, ci penserà mister Rasi». Domenica comincerà il girone di ritorno e i nerazzurri faranno visita al quartultimo della classe Aurelio Roma Academy, battuto nel lontano 16 settembre con il risultato di 3-1: chissà cosa bisognerà aspettarsi da questo gruppo nella seconda parte di stagione, l’ipotesi colpo di scena sicuramente non è da sottovalutare. 
L’Under 14 Elite di Diego Michesi cede tra le mura amiche il risultato di 3-0 alla Romulea. Si trattava di uno scontro diretto di bassa classifica dove entrambe le squadre avevano bisogno di punti, ma alla fine ad ottenere l’intera posta in palio sono stati i classe 2005 di mister Gasperini. Succede tutto nei primi 35’ con gli amaranto che aprono le danze appena dopo 10’ grazie al gol di Cavaglia che approfittando dell’assist del compagno Di Santo e di un errore della retroguardia bianconera insacca il pallone alle spalle del portiere. La Leocon prova una reazione, ma non riesce a concretizzare le buone occasioni create da Fabbri e Sargolini, allora la Romulea cala il 2-0 poco dopo con Curcio grazie a un’incornata vincente. Trascorrono 180’’ e Neri mette nel sacco il definitivo 3-0 deviando il pallone di Curcio da calcio d’angolo. Al triplice fischio del direttore di gara Egidi di Viterbo esultano i capitolini per una vittoria meritata che gli assegna tre punti fondamentali per un 2019 che inizia col botto, mentre i bianconeri rimangono al terzultimo posto della lista con 10 punti all’attivo insieme alla Totti Soccer School in piena zona playout. Un’occasione persa per i 2005 che potevano cominciare con un sorriso il nuovo anno. Sabato al Di Ianne arriva l’Ottavia che nella prima di andata in Via delle Canossiane vinse 2-1.
L’Under 16 regionale di Mauro Zampollini perde 3-2 il match casalingo contro la Polisportiva De Rossi. Una partita al cardiopalma, cinque gol, espulsioni e altrettanti ammonizioni: al Di Ianne sabato non è mancato assolutamente il divertimento. I primi 40’ vedono gli ospiti passare in vantaggio al 9’ con Delle Donne che ringrazia Tartaglia per l’assist, ma dopo cinque lancette di orologio arriva il pareggio di Zagami dagli undici metri, con Animobono che fa 2-1 alla mezz’ora, ma sul finire di tempo arriva la beffa con il talento polacco Kobyletskyy che ristabilisce gli equilibri segnando un gol spettacolare di tacco, tanto da ricevere gli applausi dall’intera tribuna. Nel secondo tempo il Civitavecchia tenta per tutto, Zampollini carica la squadra, effettua cambi, ma la porta dei rivali non si gonfia e al 20’ arriva il definitivo 3-2 grazie al sigillo di Gabardo che trafigge D’archivio. Moltissima amarezza per i classe 2003 che nonostante una grande prova di carattere non sono riusciti ad ottenere i tre punti che avrebbero fatto balzare i nerazzurri al quinto posto in classifica, ma che rimangono comunque al sesto posto con 18 lunghezze insieme al Vis Aurelia. Nella penultima di andata, sabato si prevede tanta affluenza al Gagliardini per un derby che promette scintille e non solo. Alle 15 sarà una vera e propria battaglia contro un Dlf Civitavecchia di Mauro Di Giovanni penultimo della classe e in piena crisi, reduce dall’1-1 maturato ad Acquapendente contro l’Etruria. Vincere il big match per i nerazzurri significherebbe credere ancora di più al sogno playoff che dista solo cinque punti, anche perché sognare non costa nulla.
Batosta per l’Under 15 regionale di Michele Romano che subisce sei gol dal Massimina. Una battuta d’arresto inaspettatissima per i classe 2004 bianconeri che iniziano il 2019 in modo negativo. Il Massimina, che prima del match vantava addirittura tre punti in meno della Leocon, ha saputo pungere i padroni di casa per tutta la durata della gara anche se inizialmente le cose sembravano dovessero andare diversamente. Appena dopo 10’ i locali vanno in vantaggio con Gambelli e 2’ piu tardi Taflaj replica, poi il nulla, una debacle del tutto inspiegabile che fa svegliare i ragazzi di mister Mulas che prima accorciano le distanze con Di Nardo e sullo scadere fanno 2-2 con Ambrosio. La ripresa è tutto di marca ospite con un poker che si realizza in meno di 20’: prima è Centrella per il 3-2, poi Di Maggio mette la sua firma per il quarto gol, il quinto sigillo lo mette a segno Vinciarelli e il sesto e ultimo gol che chiude definitivamente la gara è Di Nardo per la sua prima doppietta stagionale. Un risultato rotondo per il Massimina che esulta e aggancia di tre punti la Leocon a nove punti all’attivo. Entrambe le squadre rimangono nella zona rossa della classifica. Nel fine settimana, per la penultima partita di andata, i bianconeri faranno visita alla sesta della classe Etruria, reduce dalla straripante vittoria per 8-0 ai danni del Montefiascone.
L’Under 14 regionale di Nello Savino perde di misura al Di Ianne lo scontro contro la Petriana e rimane nei bassifondi della classifica, rispettivamente al quartultimo posto insieme alla Polisportiva De Rossi a quota 10 punti. Il match è stato deciso tutto nel primo tempo, quando al 28’ Giammei mette dentro il pallone per il vantaggio. I baby 2005 cercano di rispondere, ma la difesa respinge ogni contropiede. I secondi 35’ sono equilibrati, ma nessuna delle due squadre riesce a segnare. Al triplice fischio è 1-0 per la Petriana e al Civitavecchia non resta che il rammarico per non aver sfruttato le numerose occasioni create. Nel fine settimana i nerazzurri affronteranno nello scontro diretto la Lupa Roma, reduce dal 4-0 subito dal Fiumicino 1926.
L’Under 19 provinciale di mister Luca Mariantoni non vince neanche con l’entrata del nuovo anno e impatta tra le mura amiche 1-1 contro il Cesano. Un pareggio che lascia i bianconeri della Leocon al penultimo posto in classifica a +1 dal fanalino di coda Real Aurelio. A meno quattro match dalla fine del giro di boa, sabato pomeriggio i classe 2001 faranno visita alla quinta della classe Fidene.
Si chiude così il primo weekend nerazzurro-bianconero, con la speranza che già da sabato le cose possano migliorare, perché se il tragitto percorso finora è stato indecente, serve a tutti i costi un immediato cambio di rotta.
 

(08 Gen 2019 - Ore 21:01)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy